Ciao e benvenuta nel mio sito (oppure benvenuto! Uso il femminile perché la maggior parte di chi mi legge è donna, ma non sentirti escluso: mi fa piacere che tu sia qui).

Sono contenta che tu abbia deciso di cliccare su questa pagina per conoscermi meglio.

Mi presento.

Mi chiamo Michela e sono pedagogista libera professionista*, insegnante, autrice di libri per bambini ed esperta di laboratori ARTLab™. Mi occupo di pedagogia e di creatività e lo faccio principalmente con due strumenti: i libri e l’arte.

Ho scelto di mettere a disposizione di chi lavora con me tutte le mie competenze e quello che ho imparato nel corso degli anni: lo faccio volentieri attraverso i miei servizi a cui dedico sempre molte energie. Sono convinta, infatti, che la prima forma del “prendersi cura” parta proprio dall’attenzione che rivolgiamo all’altro.

Se sei insegnante, in particolare, ti supporto nella vita di classe collaborando con te nell’aiutare i bambini ad avvicinarsi al piacere della lettura e della scoperta di nuovi punti di vista, nell’esprimere sé stessi e il proprio sentire senza il timore di essere giudicati. Lo faccio con gli incontri con l’autrice nelle scuole e con i miei laboratori esperienziali ARTLab™, attraverso la lettura, la scrittura e l’arte.

Nella vita oltre l’orario scolastico (sì…esiste!) l‘attenzione è rivolta a te, che sei insegnante e che, a volte, hai bisogno di qualcuno che ti affianchi nei momenti di fatica o di incertezza, comprenda la complessità della tua professione e ti sappia ascoltare. Ti aiuto “alleggerendo il carico” e creando uno spazio e un tempo dedicati solo a te. Lo faccio attraverso i laboratori esperienziali ARTLab™ specifici per gli insegnanti e finalizzati allo stare bene oppure attraverso una consulenza personalizzata modulata sulle tue necessità.

Se leggendo la parola “laboratori”, ti vengono in mente solo pastelli a cera e grembiulini cerati, sei nel posto giusto… per ricrederti!

 

Stai pensando che ti piacciono i miei servizi, ma non sei insegnante?

Ho pensato anche a te. ^^

Progetto e conduco laboratori esperienziali ARTLab™ su misura in base alle tue necessità, oppure creo un percorso personalizzato che sia un po’ uno spazio tutto tuo, un luogo virtuale in cui lavoriamo insieme mettendo in circolo idee, scoperte, pensieri e materiali (Virginia Wolf direbbe “una stanza tutta per sé”!), o ancora puoi contattarmi e propormi di collaborare.

 

TI RACCONTO DI ME…

Vivo la scuola da quando ne ho memoria: prima da una parte della cattedra, poi dall’altra!

Sono insegnante di scuola primaria, da qualche anno part-time, perché sono anche una pedagogista libera professionista.

Nel 2009 è stato pubblicato il mio primo libro e da allora incontro nelle scuole (di ogni ordine e grado) insegnanti, bambini e ragazzi per parlare, a seconda dei progetti in cui sono coinvolta, dei miei libri, delle tecniche di scrittura, di percorsi di lettura e di promozione del piacere di leggere. Negli anni ho incontrato qualche migliaio di studenti e centinaia di insegnanti: con loro parlo sempre di libri, di educazione e di scuola.

Ovunque io mi trovi non resisto al richiamo di una libreria, ma posso trascorrere ore per mercatini dell’usato alla ricerca di libri che abbiano una loro storia personale oltre a quella che raccontano tra le proprie pagine (e che meraviglia scoprire dediche personalizzate che parlano di affetti e di desideri!).

Nutro la mia insaziabile voglia di imparare con corsi, libri e approfondimenti, ma anche con incontri, conoscenze, conversazioni: vivo dentro e fuori le pagine dei libri in un continuo e felice scambio con parole, pensieri e persone.

 

 

Nel corso degli anni, la creatività è diventata una compagna di viaggio sempre più importante e ora mi affianca in tutti i miei progetti anche professionali, che si tratti di lavorare con i bambini o gli adulti, in classe o fuori.

Anche per questo, ho scelto di intraprendere il percorso di Esperta in Laboratori Esperienziali ARTLab™, diplomandomi nel dicembre 2021, presso Lyceum di Milano. Con questa formazione ho acquisito notevoli competenze professionali e nuove consapevolezze personali.

Dalla metà del 2021, inoltre, la creatività riveste una scelta professionale a cui ho voluto dare lo spazio – anche online – che da tempo mi richiedeva ed è nato il mio nuovo logo.

 

 

 

MANIFESTO

Credo nell’importanza delle relazioni, del costruire insieme, nella capacità di creare connessioni con ciò che ci circonda.

Credo che la creatività abbia mille sfumature diverse e che ognuno possa trovare il proprio modo di viverla.

Credo nella soddisfazione di raggiungere un traguardo, non meno che nella necessità di godersi il viaggio in ogni istante.

 

 

I VALORI CHE MI GUIDANO

Ci sono parole che, più di altre, risuonano con ciò che siamo e ciò che di noi vogliamo offrire agli altri. Raccontano i nostri punti di riferimento, ciò che ci guida come un faro nelle scelte di ogni giorno.

Per me sono questi:

CREATIVITÀ – Al di là di tutte le definizioni che se ne possono dare, per me la creatività è soprattutto dare origine a ciò che non c’era e la possibilità di trovare sempre una soluzione.

Mi piace pensare che la creatività sia imparentata col coraggio e la speranza.

CURA – Ciò che propongo è sempre rivolto a qualcuno: la cura è l’attenzione costante alle persone, prima che ai servizi.

CONNESSIONE – Viviamo in reti di relazioni. Penso che sia inevitabile che si creino legami e scambi: sta a noi decidere quanto di noi stesse portare nelle relazioni con gli Altri.

Nei servizi che propongo metto tutta l’esperienza che ho e l’attenzione per le persone, sempre.

 

TI HO RACCONTATO DI ME…

…PRIMA DI PARLARE DI TE

 

…per presentarmi, per farmi conoscere.

Un rapporto di lavoro è una relazione professionale.

Credo che i risultati migliori si ottengano quando si lavora insieme, si col-labora, quando si guarda nella stessa direzione.

Ho voluto raccontarti a grandi linee chi sono per sapere se vado bene per te.

Se è così, non posso che esserne felice e dirti il mio grazie più sincero.

Se vuoi, ora, puoi contattarmi per lavorare insieme. Io ci sono …e ti aspetto!

 

A presto,

Michela

 

 

* Professione esercitata ai sensi della legge 14 gennaio 2013, n.4 – Socia dell’associazione di categoria Coordinamento Nazionale Pedagogisti e Educatori (Co.N.P.Ed.) con tessera n. PLO99

(aggiornamento: 27 giugno 2022)
21 Ottobre 2022

Perché partecipare ai laboratori ARTLab™ – parte II

MaterialeVarioRid

Ciao e ben ritrovata qui, cara amica lettrice.

Inauguro questa stimolante nuova stagione 2022-2023 oggi, il giorno del mio compleanno! 🙂

Arrivo con un articolo utile nel capire perché partecipare a un mio laboratorio ARTLab™ può servirti più di quello che pensi. ^^ Ti spiegherò, infatti, quali sono i benefici che puoi sperimentare tu in prima persona oppure i tuoi bambini scegliendo un laboratorio ARTLab™.

Sei pronta?

Benissimo: mettiti comoda che ti racconto.

Un nuovo amico!

Come ho già scritto in un articolo sul perché partecipare ai laboratori ARTLAb™ prendere parte a un laboratorio che segue la metodologia creata da Friedl Dicker-Brandeis  porta a sperimentare su di sé (o a riconoscere nei bambini per cui si sceglie l’esperienza laboratoriale) alcuni vantaggi.

 

I benefici del partecipare a un laboratorio ARTLab™

Un laboratorio ARTLab™

  • stimola la creatività da più punti di vista, attraverso materiali, tecniche, spazi, scambi con gli altri partecipanti, proposte, tempi, musiche,… Ogni laboratorio ha una fase di progettazione in cui chi conduce, infatti, oltre alle attività, opera tutta una serie di scelte, per esempio sui materiali da offrire o sulle tecniche. Si può fare arte con il materiale artistico più comune (come ad esempio tempere, pastelli, gessetti,…), ma anche con molto altro, dalla creta al materiale di riciclo, dagli inchiostri alle spezie, dalle stoffe alla lana e ai bottoni,… Non solo, di volta in volta le tecniche che vengono proposte – oltre ovviamente a quelle artistiche e creative – appartengono al mondo del teatro oppure del gioco, del movimento e della danza, della narrazione e della lettura ad alta voce,…

Da cosa nasce cosa, da colore nasce colore

  • permette di percepirsi efficaci. Scegliendo il non-giudizio, il conduttore ARTLab™ non giudica, non modella, non dirige la produzione di chi partecipa e la sua espressione artistica. Non ci sono giusto o sbagliato, oppure bello contro brutto. Valendo il non-giudizio, chi partecipa non sente il peso dell’aspettativa della prestazione su di sé, semplicemente perché non c’è. Qualsiasi produzione artistica è la migliore possibile in quel dato momento: io che ho creato l’opera artistica sono stat* capace.

 

  • offre una sperimentazione libera dell’arte, dai materiali alle tecniche artistiche proposte di volta in volta, dagli spazi ai tempi, dalle parole o dai silenzi che accompagnano l’opera, chi partecipa sperimenta, prova, crea, distrugge, cambia, modella, sposta, rischia,… senza alcun giudizio, in piena libertà di espressione.

Sperimentare materiali, consistenze, colori e odori

  • consente di dedicarsi del tempo: partecipare a un laboratorio ARTLab™ è anche ritagliare del tempo per sé, in modo gratuito, senza la necessità perenne della doverizzazione. Il tempo, in un laboratorio ARTLab™ è un elemento rilevante che chi conduce organizza e gestisce consapevolmente per dare al gruppo la possibilità di un’esperienza significativa. Il tempo contiene e guida, il tempo qui crea uno spazio: quello che si dedica a sé stess*.

 

  • propone un’esperienza sempre nuova, ogni volta diversa dalla precedente perché cambiano i momenti, le interazioni, le proposte, l’avvio dell’attività con cui ci si prepara ad entrare nel flusso creativo che la caratterizza. È come una cosa conosciuta, ma sempre diversa.

 

  • ti lascia libera di sperimentare o di sperimentar-ti o di speriment-arti: scusa il gioco di parole, ma in un laboratorio ARTLab™ accade proprio così. Sperimenti (tecniche, materiali, spazi, scambi,…), TI sperimenti (hai già scoperto tutto quello che sai fare? O che un bambino può fare?) e sperimenti le ARTI nella loro enorme opportunità di libertà, libertà di espressione, di comunicazione, di emozioni, di rappresentazione del rapporto che si ha con le cose, andando oltre gli stereotipi e i pre-giudizi.

Libere di fare, a cosa daranno vita le mani?

Concludendo, posso scrivere che – last but non least – parlando di non-giudizio, di libertà d’espressione, di sperimentazione, di creare uno spazio dedicato, viene da sé che un laboratorio esperienziale ARTLab™ possa anche generare benessere, stando nel momento, senza aspettative, né giudizio alcuno, né doverizzazioni.

 

Se questo articolo ti è piaciuto, ti invito a partecipare a uno dei miei laboratori ARTLab™ in presenza presso il mio studio oppure online. Qui puoi vedere il calendario di tutti i prossimi appuntamenti: ti aspetto!

 

Grazie per essere qui.

 

Michela

 

Sul comodino

Consigli di lettura

Esplora la categoria